giovedì 19 settembre 2019

Trieste-Opicina 1964

Una fiammante e prestigiosa Alfa Romeo 2600 Spider Touring con a bordo la Direzione Gara apre il percorso della famosa corsa in salita Trieste-Opicina, prova valida per il Campionato della Montagna. La gara, con ben 250 iscritti, fu poi vinta da Franco Patria su Simca Abarth 2000.


mercoledì 18 settembre 2019

È morto Camillo Marchetti



Alle 16 di oggi 18 settembre è morto Camillo Marchetti. L’ultimo dei grandi Uomini dell’Alfa, quella vera. Ex mitico Direttore Relazioni Esterne, ha servito l’Alfa Romeo con cinque presidenti. Fu l’ideatore ed il regista dei grandi eventi della Casa, delle suggestive presentazioni delle vetture, della realizzazione della Pista di Balocco, dell’inaugurazione degli stabilimenti di Arese e della creazione del Museo.....
Figura elegante ed affascinante, un signore di antico stampo e vera memoria storica dell’azienda ma soprattutto un mio vero, grande amico. Da circa 50 anni !

martedì 10 settembre 2019

I Fratelli Bornigia

 I Bornigia sono una nota famiglia romana di imprenditori e costruttori nonché concessionari di auto. Tra essi c’era anche Giancarlo, fondatore nel 1965 del Piper Club, mitico locale notturno di Roma che ospitò persino i Genesis e i Pink Floyd. Ed anche Mario e Franco che nel 1950 alla guida di una delle tre Alfa Romeo 6C 2500 Competizione (o Sperimentale) furono i vincitori assoluti della XXXIV Targa Florio-Giro di Sicilia.



 Franco (con la maglia a V) e Mario Bornigia festeggiati a Palermo. Dietro di loro sorridente e con l’immancabile pipa in bocca il famoso giornalista Giovanni Canestrini.







sabato 31 agosto 2019

A.R.N.A. .... e sei subito Alfista!



L’ARNA (Alfa Romeo Nissan Autoveicoli), nata da una brillante intuizione della dirigenza Alfa Romeo a fine anni ‘70, fu una vettura davvero notevole. Era leggera, brillante, veloce, comoda, silenziosa e persino economica, nel prezzo e nei consumi. Ma fu massacrata da una pessima informazione attivata dalla “concorrenza”, timorosa di una successiva invasione sul mercato di vetture giapponesi, e quindi da una stampa ingiusta all’uopo attivata. Fu presentata alla stampa di settore internazionale in Sicilia, a Taormina, con suggestive prove su strada tra l’Etna, i suoi paesini e le campagne che la circondano.

La vettura fu calata da un elicottero sulla terrazza dell’Hotel Capo Taormina nell’entusiasmo generale ed illuminata da numerosi proiettori. L’ARNA fu svelata in ogni particolare dal Presidente Ettore Massacesi e l’intera organizzazione fu curata da Camillo Marchetti, Direttore Ufficio Stampa e Relazioni Esterne dell’Alfa.

La cronaca e la storia, spesso ingiuste e scorrette, le attribuiscono numerose colpe per la fine dell’Alfa Romeo, quella mitica del Gruppo IRI-Finmeccanica. Oggi è stata pienamente rivalutata ed è divenuta a pieno titolo vettura di interesse storico, non è facile trovarla sul mercato e suscita le mire di molti appassionati del marchio.


L’Hotel Capo Taormina a Mazzarò visto dal piazzale di Taormina

venerdì 23 agosto 2019

Alfa Romeo, una “bellezza necessaria” ...

Siamo a Milano, in via Gattamelata, zona Portello, nei pressi dello stabilimento. Anni ‘50.
La splendida velocissima Alfa Romeo sei cilindri 3500, derivata dalla 3000CM, con una filante e aerodinamica carrozzeria Boano.



domenica 4 agosto 2019

VIDEO: La Jaguar D Type a Le Mans

Un affascinante video del Circuito di Le Mans. Siamo nel 1956 a bordo di una Jaguar D Type ufficiale guidata, con commento e a traffico aperto, nientemeno che dal grande pilota Mike Hawthorn, futura meteora in Ferrari.


lunedì 29 luglio 2019

La leggenda dell’Alfa...

Roma, Circuito di Castel Fusano, anni ‘50.

 Manuel Fangio, già Campione del Mondo, si esibisce con l’Alfetta 159 insieme al pilota gentleman Fernando Venturi, importante concessionario Alfa Romeo per Roma e Provincia, sul tratto finale della via Cristoforo Colombo che unisce Roma ad Ostia.

Sulla pedana centrale è esposto un prototipo “Disco Volante” fianchi larghi.

In tribuna d’onore la figlia del Sindaco Rebecchini offre un mazzo di fiori a Fangio mentre in alto a sinistra un serio Federico d’Amico senior si fuma una sigaretta!





L’eleganza e l’alta moda scelgono lo stile Alfa Romeo.

 Roma, Circuito di Castel Fusano, 1951: sfilano magnifiche Alfa 1900 fuoriserie e gli abiti delle più famose sartorie del tempo: Schubert (per Sofia Loren), Gattinoni (per Ingrid Bergman), Sorelle Fontana (per Liz Taylor).





martedì 23 luglio 2019

Roma, Circuito di Castel Fusano. Anni ‘50 - Evento promozionale dell’Alfa Romeo

Rare foto del prototipo Alfa Romeo 2000 C52 Disco Volante a fianchi stretti del 1953, detto “il dischetto”, realizzato su suggerimento di Gioacchino Colombo che sosteneva fosse più guidabile e veloce nei percorsi misti. Sanesi lo provò a lungo sui tornanti della Futa, tra Bologna e Firenze, e i tempi risultarono assai più alti rispetto al modello a fianchi larghi. 

La vettura, sentenziò Sanesi, risultava soltanto più guidabile nei tornanti. Questa vettura fu poi venduta al pilota napoletano Luigi Bellucci con la quale in verità non raccolse molti successi. 




mercoledì 17 luglio 2019

mercoledì 26 giugno 2019

VIDEO: i colori e i rumori di auto leggendarie

Maurizio Monti, ultimo dei mitici "uomini" dell'Alfa cresciuto nella tradizione dei grandi collaudatori del Portello, prova a Balocco tre mitiche vetture del Museo di Arese : la 155 V6 TI DTM del 1993, la 159 ex Manuel Fangio del 1951, e la 3000 CM, anch'essa ex Fangio, del 1952.



venerdì 21 giugno 2019

La grandeur dei Florio...

I Florio armatori, 1840-1931



 Navigazione Generale Italiana Società Riunite Florio e Rubattino
Bellissimo pezzo del servizio di bordo in porcellana con decoro verde
(manifattura Ginori, fine 1800)


venerdì 14 giugno 2019

Correva l’anno 1986...


8 novembre 1986, il CIPI (Comitato Interministeriale per le Politiche Economiche), verificate e approvate le varie procedure seguite dalla Finmeccanica del Gruppo IRI, holding di Alfa Romeo, e dal Ministero delle Partecipazioni Statali, Ministro il democristiano Clelio Darida, conferma che la miglior proposta di acquisto è quella presentata dalla Fiat e non quella della Ford. Tutti plaudono alla soluzione nazionale meno i comunisti che, forti anche delle reazioni della Ford, ravvedono nell’operazione moltissimi seri dubbi e sicuri “benefici” di vario genere per la Fiat il cui presidente, Avv. Agnelli, dichiara soddisfatto, ma con molta arroganza, che “la Fiat ha acquisito una provincia debole”.....

E anche Angelo Tito Anselmi, noto appassionato e storico dell’auto esprime poco dopo la sua opinione, concisa e perfetta, con un omaggio all’amico Stefano d’Amico.

martedì 21 maggio 2019

46’ Targa Florio, maggio 1962...



L’arrivo vittorioso dell’Alfa Romeo Giulietta SZ di Vito Coco e Vincenzo Arena, 1 di Classe e 7 assoluti.

La stessa vettura al Museo Alfa Romeo con Nino Vaccarella nel 2016.


giovedì 9 maggio 2019

24 Ore di Les Mans, 17-18 giugno 1933. Trionfo Alfa Romeo


Rara foto di cambio pilota Tazio Nuvolari e Raymod Sommer nel corso della loro vittoriosa 24 Ore con l’Alfa 8C 2300 MM. Secondi assoluti si classificarono Luigi Chinetti e Philippe de Gunsburg con un’altra Alfa 8C seguiti dagli inglesi Brian Lewis e Tim Rose Richards sempre su Alfa 8C.



lunedì 6 maggio 2019

XV’ Targa Florio, aprile 1924

Queste due belle foto rappresentano le potenti Alfa Romeo RL TF che si sono classificate 2 e 4 assolute con Giulio Masetti, n.11 e Giuseppe Campari, n.33. Enzo Ferrari, già in piena attività “agitatrice” ed organizzativa, le espone orgoglioso, come traspare dalla foto 2, davanti il Palazzo Ducale di Modena. La TF n. 24 è quella di Antonio Ascari (ritirato). Le vetture sono appena rientrate dalla Sicilia, come si intuisce dai bagagli sui sedili. Nella foto 2 si riconoscono Bazzi, Ascari e Campari.





martedì 30 aprile 2019

“L’Ala d’Italia, aprile 1943”

Pubblicità del tempo. Una magnifica e insolita Berlinetta 6C 2300 Touring Superleggera ed eliche a passo variabile Alfa Romeo.